movies to move europe

locandina movies to move europeMovies to Move Europe, il cinema europeo: salvaguardare il passato per promuovere il futuro è un’iniziativa del progetto “Popoli, culture e tradizioni: un patrimonio comune per l’Europa del futuro”, realizzato dalla Rete dei CDE italiani con il contributo della Rappresentanza in Italia della Commissione.

Le opere cinematografiche sono una componente essenziale del patrimonio culturale che ben rappresenta la ricchezza delle identità e delle diversità dei paesi europei. Se da un lato il patrimonio europeo va conservato, restaurato e reso accessibile alle future generazioni, è altresì indispensabile puntare al futuro, promuovendo il rispetto e la comprensione tra culture diverse, nonché la competitività delle attività industriali correlate.
Il programma settennale “Europa Creativa” punta a rafforzare i settori culturale e audiovisivo dell’UE, a stimolare la crescita economica e la competitività dei settori creativi, a promuovere la diversità culturale e linguistica dell’Europa, a offrire alle opere creative un pubblico più vasto in Europa e nel mondo.”

30 ottobre 2018
dalle ore 9.30 alle ore 13.30
presso Aula Magna, Campus Luigi Einaudi
Convegno:

intervengono: Dipartimento CPS Università di Torino, Parlamento Europeo, Museo del Cinema, MIBAC, Creative Europe Desk Italy MEDIA, Film Commission Torino Piemonte, DAMS Università di Torino, Centro di Ricerca sulla Televisione e gli Audiovisivi, Associazione Torino + Cultura Accessibile – Cinemanchìo

Alle ore 15.30
Sala Movie, Film Commission Torino Piemonte
Via Cagliari 40/E
presentazione e proiezione del film:
Io sono Li, di Andrea Segre (vincitore del LUX PRIZE 2012)

PERCHÉ IL CINEMA
Le opere cinematografiche sono una componente essenziale del patrimonio culturale che ben rappresenta
la ricchezza delle identità e delle diversità dei paesi europei.
Se da un lato il patrimonio cinematografico europeo va conservato, restaurato e reso accessibile alle future
generazioni, è altresì indispensabile puntare al futuro promuovendo il rispetto e la comprensione tra culture
diverse, nonché la competitività delle attività industriali correlate.
PERCHÉ TORINO
Torino è stata la prima capitale d’Italia anche nel cinema. Anche il fatto che il museo italiano del cinema si
trovi a Torino non è affatto un caso. Nel marzo 1896, a pochi mesi dalla prima proiezione con il
cinématographe a Parigi, i fratelli Louis e Auguste Lumière mostrarono per la prima volta la loro invenzione
in Italia, proprio a Torino, in ragione della vicinanza con la Francia.
L’AZIONE DELL’EUROPA
Il programma settennale “Europa Creativa” punta a rafforzare i settori culturale e audiovisivo dell’UE, a
stimolare la crescita economica e la competitività dei settori creativi, a promuovere la diversità culturale e
linguistica dell’Europa e ad offrire alle opere creative un pubblico più vasto in Europa e nel mondo.
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.
E’ gradita l’iszrizione sul sito iuse.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *